Appuntamenti

Dic
21
Sab
Accademia dei Folli – ATTENTI AL GORILLA @ Centro Congressi
Dic 21@21:00–23:00

Con la sua consueta ed accurata interazione tra testo,
musica, parola e gestualità, l’Accademia dei Folli propone
un omaggio “affettivo e professionale”, a Fabrizio De Andrè.
Profondità e coerenza artistica, intensità compositiva, lirismo
e realismo che hanno caratterizzato il cantautore genovese
tramutano inevitabilmente il concerto tributo in una galleria
di personaggi, situazioni e storie di vita.
Come raccontano dall’Accademia: “Le radici popolari dell’intera
opera di De Andrè si rivelano tutt’altro che un limite, diventando
anzi uno spazio di ricerca sonora dai risvolti sorprendenti. Una
simile profondità la si ritrova nei contenuti, incredibilmente
attuali, di quelle che spesso sono molto più che canzoni”.

 

CARLO RONCAGLIA, voce e chitarre
ENRICO DE LOTTO, basso, contrabbasso
GIANNI VIRONE, fiati
VINCENZO NOVELLI, chitarre
GIÒ DIMASI, batteria, percussioni
ROSSELLA CAVAGLIATO, cori
Testo di CARLO RONCAGLIA
Arrangiamenti originali
ACCADEMIA DEI FOLLI
Luci e fonica IVO GHIGNOLI
Regia CARLO RONCAGLIA
Musiche di FABRIZIO DE ANDRÈ

Feb
22
Sab
Rasi & Bassotto – MOI, MARAIS! @ Teatro del Castello di Rivoli
Feb 22@21:00–23:00

LA VITA E LA MUSICA DEL
PIÙ GRANDE VIOLISTA DEL XVII SECOLO
Moi, Marais! è il ritratto di uno dei più grandi musicisti attivi alla corte del Re Sole: passando alla rassegna alcune composizioni per viola da gamba, strumento principe dell’epoca e del quale Marais era un virtuoso indiscusso, le caratteristiche espressive dello strumento passano attraverso la sensibilità e la personalità di del gambista e compositore francese. Con un excursus mirato fra alcune composizioni per Viola da gamba, strumento principe dell’epoca e del quale era un virtuoso indiscusso, cercheremo di far rilevare o meglio rivelare le caratteristiche espressive dello strumento passando attraverso la sensibilità e la personalità di Marais. Questo legame indissolubile tra il Marais uomo e le sue vicissitudini di musicista di corte contrapposte alla grandezza delle sue composizioni ci porteranno a creare un continuo dialogo-monologo tra l’attore e lo strumento producendo un salutare corto circuito musica-parola e musica-corpo. Corpo dell’attore e corpo del musicista in un gioco di specchi paradossali dove l’esecutore materiale delle piéces da voce alla profondità e alla sensibilità del personaggio Marais. In una scena minimalista e barocca al contempo i due protagonisti faranno rivivere gli splendori della corte di Versailles.

Un racconto di e con LORENZO BASSOTTO, commediante, ALBERTO RASI, viola da gamba

Lug
8
Mer
Il baule degli animali – FABER TEATER @ Parco G. Salvemini
Lug 8@18:00–19:00

Un baule, una fisarmonica, tanti disegni: due attori
portano i bambini in un avventuroso viaggio per terre
lontane e vicine, montagne e savane, a conoscere
animali meravigliosi e la loro straordinaria amicizia.
I due narratori prendono per mano i piccoli spettatori
e raccontano loro storie divertenti, storie tristi, storie
di sacrificio disinteressato, di astuzia e solidarietà, di
curiosità e avventura.
“Il baule degli animali” parla di sè attraverso burattini
e pupazzi, canzoni e strumenti musicali, piccole azioni,
oggetti quotidiani trasformati.
Un modo per far conoscere ai bambini sentimenti di
amicizia veri e profondi, ma anche tanti animali, dai più
esotici ai più domestici.

FABER TEATER
Con FRANCESCO MICCA, LUCIA
GIORDANO
Regia ALDO PASQUERO, GIUSEPPE
MORRONE
oggetti e burattini FABER TEATER
liberamente ispirato a racconti di A.
MORAVIA, M. CORONA, ESOPO, W.
HOLZWARTH-W. ERLBRUCH

Set
12
Sab
TALK TALK Before the Silence – FEDERICO SACCHI @ Teatro Eugenio fassino Avigliana
Set 12@21:00–22:15

Ph Giulia Arantxa

 

reDISCOvery – TALK TALK before the Silence

Di e con Federico Sacchi

Regia: Federico Sacchi e Marzia Scarteddu

Una produzione Docabout / Teatro Stabile Torino – Teatro Nazionale

 

Quella dei Talk Talk è una delle più imprevedibili e meravigliose metamorfosi musicali nella storia del Pop. Un processo graduale che li ha portati, in un breve lasso di tempo, a passare da una totale aderenza alle mode musicali del momento (i primi anni ’80) a una completa autonomia da queste, creando di fatto un nuovo genere musicale, quello che a posteriori è stato definito “Post Rock”. Un processo inscindibile dall’evoluzione umana e artistica del leader del gruppo Mark Hollis, improbabile Pop Star alla ricerca del “silenzio musicale”. Un artista la cui scomparsa avvenuta il 25 febbraio scorso ha suscitato sincera commozione tra musicisti e appassionati di musica in tutto il mondo. Una notizia che ha avuto grande risonanza anche in Italia, dove la band ebbe uno straordinario successo tra il 1984 e il 1986.

TALK TALK before the Silence è un’esperienza d’ascolto del musicteller Federico Sacchi (regia di Federico Sacchi e Marzia Scarteddu), un vero e proprio documentario dal vivo che fonde storytelling, musica, teatro, video e nuove tecnologie.

L’esperienza d’ascolto è preceduta da un cortometraggio diviso in 3 episodi che rappresenta la prima parte della narrazione e racconta il viaggio di Federico Sacchi sulle tracce di Mark Hollis e un quarto episodio da vedere dopo lo spettacolo che integra e completa la storia. I video sono disponibili su www.rediscovery.it, Facebook e Instagram.

 

TALK TALK before the Silence è il secondo capitolo di Rediscovery, un format di divulgazione musicale crossmediale in cui il racconto inizia sul web e si completa sul palco. (www.rediscovery.it)

Lo spettacolo è stato realizzato da Docabout e co-prodotto da Teatro Stabile Torino con il contributo di Compagnia di San Paolo e di Fondazione CRT, con il patrocinio di Città di Torino e Film Commission Torino Piemonte in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo, Let’s Dance the 80s, RadioOhm, SoundTube