Convertino Paola – flauto e Giocomusica

Convertino PaolaGIOCOMUSICA 1 e 2 – Giovedì
FLAUTO – Giovedì
Per informazioni rivolgersi alla segreteria.
CURRICULUM
Nata ad Avigliana nel 1975, Paola Convertino inizia lo studio del flauto traverso con il Prof. Antonmario Semolini e si diploma presso il Conservatorio Statale “Giuseppe Verdi” di Torino.
Successivamente si perfeziona sotto la guida della Prof.ssa Maria Siracusa, con la quale segue, nell’anno 2010 anche seminari di perfezionamento presso L’Istituto Somis di Susa e presso il “Festival Penta Brass” di Quincinetto. Nello stesso anno frequenta il Masterclass di tecnica strumentale e perfezionamento per flauto e ottavino con il Maestro Maurizio Simeoli.
Si è esibita in duo come Flauto solista ed Arpa in occasione della rassegna musicale “il Giglio” di Meana di Susa e in differenti ambiti cameristici in occasione di “Rassegne Musicali” organizzate da differenti associazioni.
La dedizione per la musica bandistica, che segue e della quale ne fa parte dal 1989 la conduce all’approfondimento della composizione e della direzione per l’orchestra di fiati e nel 2018 consegue la Laurea di I livello in Strumentazione per Orchestra di Fiati, presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, sotto la guida del Prof. Lorenzo della Fonte.
Unitamente allo studio della Composizione e della Direzione per Orchestra di Fiati segue seminari musicali di perfezionamento in pianoforte presso il “Comune di Pontinvrea” con il prof. Franco Giacosa.
Ha insegnato per l’Associazione musicale R. Goitre come docente della classe di Flauto Traverso e ha seguito Corsi di Didattica Musicale presso lo stesso centro negli anni 2008, 2009 e 2012.
Per cinque anni è stata docente di flauto traverso e solfeggio presso la Cooperativa Sociale “360” presso le sedi di Collegno (TO) e Givoletto (TO).
Ha inoltre frequentato master di Didattica con il Prof. Bruce Pearson (presso L’Orchestra a fiati di Collegno)
Da anni frequenta corsi Direzione Bandistica, con il Docente Prof.Lorenzo Della Fonte e direttori di Orchestra a fiati di fama mondiale, quali Duglas Bostok (ex direttore della Tokyo Kosei Wind Orchestra), Eugene Migliaro Corporon (direttore della North Texas Wind Symphony).
Attualmente frequenta il Corso Accademico di Secondo Livello in Strumentazione per Orchestra di Fiati, sempre presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, sotto la guida del Prof. Lorenzo della Fonte.
Ha partecipato come percussionista e direttore in diversi concerti della “Brass Band” del Conservatorio, con la quale ha partecipato all’incisione del Cd “Le Rois Cuivre”.
Da 18 anni ricopre il ruolo di primo flauto e da 9 anni di vicedirettore presso l’ ‘“Orchestra a Fiati Antica Musica Corpo Pompieri di Torino 1882” con la quale si esibita, come direttore e flautista, presso prestigiosi Teatri e Sale dal Concerto quali: l’Auditorium “G. Agnelli” di Torino, il Teatro “Arturo Toscanini” di Torino, il Teatro Grande di Brescia, Il Teatro Municipale di Piacenza, il Teatro “Toselli” di Cuneo, il Teatro di Biella, Teatro “Giacosa” di Aosta ed il Teatro “Ariston” di Sanremo. Inoltre ha partecipato a numerose trasferte in Italia e all’estero.
Da anni è inserita nell’ambito bandistico come direttore e vicedirettore, è stata per sette anni direttore della “Filarmonica Meanese”, vicedirettore della “Filarmonica Santa Cecilia di Avigliana” e della “Filarmonica San Marco” di Buttigliera Alta.
Attualmente ricopre il ruolo di Direttore Artistico della “Banda Leone XIII” di Giaveno e prosegue attivamente le attività di arrangiatore e compositore per Orchestra di Fiati.
Attualmente è docente di flauto traverso, solfeggio e propedeutica musicale, presso l’Istituto Sandro Fuga di Avigliana (TO), la Scuola di Musica Città di Rivoli per progetti (flauto dolce, canto e ritmica) presso le scuole elementari di Rivoli e per le attività di giocomusica destinati a bambini in età scolare e prescolare.

Masoero Alessandra – flauto

FLAUTO
Per informazioni rivolgersi in segreteria.

Progetto di intervento didattico di base.

OBIETTIVI:
COGNITIVI
• acquisizione consapevole di un corretto assetto psico-fisico: controllo della postura, percezione corporea, rilassamento
• consapevolezza dei processi inspiratorio-espiratorio
• saper eseguire e interpretare facili brani tratti dal repertorio originale  dello strumento
• saper eseguire scale ed arpeggi nei due registri grave e medio.

SOCIALI
• saper suonare elementari brani di musica d’assieme partecipando attivamente alla progettazione collettiva favorendo l’interazione di gruppo.

CONTENUTI:
STRUMENTALI
• esplorazione dello strumento, le sue parti
• imboccatura e produzione del suono: dal percorso intuitivo alla tecnica di emissione, il colpo di lingua
• uso consapevole del diaframma
• l’articolazione, suoni staccati e legati

MUSICALI
• approccio con la lettura: suono e silenzio, analisi della cellula musicale e del suo sviluppo
• comprensione delle caratteristiche dell’evento sonoro: intensità, altezza, durata
• successione verticale e orizzontale dei suoni: l’armonia e la melodia
• organizzazione dei suoni della scala: la tonalità
• comprensione del processo esecutivo nelle sue sfumature: la dinamica e l’agogica

METODOLOGIA:
• Apprendimento orale per imitazione
• Lettura anche a prima vista
• Lezioni collettive
• Ascolto attivo del repertorio del proprio strumento
• Analisi dei brani eseguiti
• Musica d’insieme
• Esperienze esecutive in  pubblico
• Improvvisazione
• Tecniche di memorizzazione

LETTERATURA:
• studi tratti dai metodi quali T. Wye, L. Hugues, E. Köhler
• brani tratti dal repertorio del proprio strumento ( particolarmente nel II e III ciclo ): le  sonate di Bach; i Concerti del Settecento; letteratura romantica e moderna
• repertori etnici, jazz e pop soprattutto tramite elaborazioni ed adattamenti del materiale preesistente in base alle esigenze dettate da: organico, difficoltà, età.

CURRICULUM
Si è laureata in flauto col massimo dei voti presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino.
Si è successivamente perfezionata col M° G. Cambursano presso l’Accademia Internazionale di Musica di Novara, col M.° C. Montafia e col primo flauto dei Wiener Philarmoniker M. Niedermayr.
Ha collaborato con l’Orchestra “G. Cantelli” di Milano, l’Orchestra “Sammartini”  di Milano, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra dell’Accademia “Stefano Tempia”, la “Camerata Ducale”, l’Orchestra “ G. Verdi” di Milano, “Sinfonica” Orchestra della Valle d’Aosta e Filarmonica 900 Teatro Regio Torino.
Ha al suo attivo incisioni in veste di solista con le case discografiche “Bongiovanni”, “Pentaflowers” e l’Orchestra Filarmonica Italiana di Trento.
Collabora con diverse formazioni cameristiche, fra le quali  l’Ensemble Antidogma, e ha suonato per Società di concerti e Festivals quali l’A. GI. MUS., Piemonte in musica, La Società dei Concerti di Milano, l’Unione musicale di Torino , SINTONIE e MITO Settembre Musica.
È membro del Fiarì ensemble con il quale partecipa alla realizzazione di progetti e concerti dedicati alla musica contemporanea.
Ha fatto parte dell’Ensemble che ha inaugurato la Rassegna dedicata al Cinema espressionista e d’avanguardia tedesco presso il Cinema Massimo di Torino all’interno del progetto “Sintonie” realizzato da C. Abbado e ha accompagnato dal vivo la proiezione di film muti italiani nell’ambito della manifestazione “Les Italiens” svoltasi a Parigi presso la Salle Chaillot della Cinémathèque Française.
Collabora stabilmente col Teatro della Tosse di Genova in vari progetti fra i quali “La favola del flauto magico” tratto dall’opera di W.A. Mozart.
In qualità di docente ha tenuto i corsi di flauto presso le edizioni di Cluster Incontri Internazionali di musica.
È titolare della cattedra di flauto traverso alla  S.F.O.M. presso la Fondazione Ida Viglino per la cultura musicale della Valle d’Aosta e presso il Civico Istituto Musicale di Rivoli.
Ha effettuato concerti coordinati dall’Unione Musicale di Torino e svolto attività musicologica nelle scuole superiori per la diffusione della cultura musicale.