Poncina Elena – pianoforte

Poncina ElenaPIANOFORTE
PROPEDEUTICA ALLA TEORIA MUSICALE

Per informazioni rivolgersi alla segreteria.

CURRICULUM

Nata a Torino, mi diplomo in pianoforte presso il Conservatorio G. Verdi della mia città sotto la guida della Prof.ssa M.C. Quaglino. Nello stesso istituto ho frequentato per cinque anni, sino al diploma, il corso di musica da camera tenuto dal Prof. Franco Ruffa partecipando a numerosi concerti e concorsi in diverse formazioni, affrontando un vasto repertorio che abbraccia stili musicali che vanno dal barocco al novecento. Da questa esperienza nasce il trio Aram (pianoforte, violino e clarinetto) con il quale ho vinto concorsi nazionali e partecipato a numerosi concerti affrontando un impegnativo e coinvolgente repertorio del ‘900.

Dopo il diploma ho frequentato, con successo, il corso triennale di Pedagogia Musicale Alain Carrè e in seguito ho partecipato attivamente alle “Giornate Musica e Handicap” tenutesi a Rennes (Francia).

Contemporaneamente ho frequentato per due anni all’Accademia Musicale di Novara perfezionando il duo violino e pianoforte. Con questa formazione ho tenuto, in quel periodo, numerosi concerti con un repertorio che comprendeva le più famose sonate di Mozart e Grieg.
Nascono da questa esperienza anche altre collaborazioni che daranno vita a varie formazioni musicali che si esprimeranno in 10 anni di concerti per più associazioni culturali ed enti.

Dopo una sosta dai concerti di circa tre anni per dedicarmi ai miei due bambini, nel 2000 inizia la mia collaborazione decennale come pianista solista nell’orchestra ritmo sinfonica AGIMUS di Moncalieri specializzata in colonne sonore cinematografiche ed eventi di comunicazione con la quale ho realizzato 3 Cd live e concerti al Castello di Moncalieri e presso gli studi televisivi di San Giorgio Canavese.

In contemporanea, la mia passione per il teatro, mi ha fatto incontrare il teatro canzone realizzando lo spettacolo “Sul ciglio di un applauso” con Alessandro Cora alla voce, Tiziana Venuti alle percussioni, e Girolamo Lucania alla regia andato in scena nel 2005 all’interno del programma di cartellone del Teatro della Caduta di Torino e, nello stesso anno, presso la Maison Musique di Rivoli.
Nasce così la “Compagnia del Ciglio” con la quale ho realizzato spettacoli, tutt’ora in scena, in Italia e all’estero di teatro canzone. La Compagnia del Ciglio si propone di diffondere il piacere della riscoperta di vecchie canzoni, nonché di brani classici usando una formula di concerto coinvolgente fatta dai suoni, parole ed immagini ( www.sulcigliodiunapplauso.com ).

Contemporaneamente ai concerti inizia il mio percorso nell’insegnamento di pianoforte e animazione musicale in diversi istituti musicali: otto anni presso la Scuola di musica del comune di Mondovì, tre anni al CIRMAC di Moncalieri, ventun anni al CDMI Moncalieri, dal 2008 docente presso la Scuola di Musica del Comune di Rivoli e diverse collaborazioni con istituti civici e scuole di musica del territorio.
Dal 2014 al 2016 sono stata coordinatrice del progetto Mi Fa Suonare, promosso dalla Direzione didattica del Primo Circolo di Rivoli e dall’Istituto G. Balmas che aveva lo scopo di promuovere la musica e lo studio dello strumento nelle scuole materne ed elementari. Il progetto ha coinvolto una decina di insegnanti e circa 1400 bambini nelle diverse attività proposte.
Dal 2014 sono docente presso la scuola secondaria di primo grado.

Dalle mie esperienze e specializzazioni nasce la mia didattica, che scardina la convinzione dove è l’alunno a doversi adeguare al programma, mettendolo invece al centro del percorso e valutandolo come risorsa. Il programma didattico si configura quindi su di lui, affinché possa raggiungere i suoi obbiettivi e ne vengano valorizzate le potenzialità. Questo ha permesso a numerosi miei allievi, durante gli anni, di superare esami di Conservatorio, vincere concorsi nazionali e soprattutto continuare ad amare e suonare il pianoforte anche dopo essere… cresciuti.

Santoro Antonio – sax, flauto moderno, improvvisazione e composizione, jazz ensemble

Antonio SantoroSASSOFONO e FLAUTO MODERNO – Martedì  e Mercoledì
LABORATORIO DI IMPROVVISAZIONE E COMPOSIZIONE – Mercoledì
JAZZ ENSEMBLE
Per informazioni rivolgersi alla segreteria.

CURRICULUM

Si avvia allo studio del flauto traverso nell’infanzia da autodidatta, acquisendone la giusta impostazione sotto la guida del Mº Arturo Danesin (Torino); in seguito si diploma in flauto traverso presso il Conservatorio di Torino. Segue i corsi di perfezionamento tenuti dal M° Antonmario Semolini.
Tra i seminari frequentati si ricordano quello tenuto nel 1986 dal sassofonista statunitense Michael Brecker e quello del flautista indiano Hari Prasad Chaurasia nel 2006.
Inizia la sua attività professionale a 18 anni suonando in concerti e jam session con Enrico Rava, Massimo Urbani, Raphael Garrett e altri in teatri e jazz club. Collabora, negli anni Ottanta, con diversi gruppi jazz di Torino, tra cui Skyline ed Itaidoshin.
Nel biennio 1993/94 si trasferisce negli USA e studia Composizione con Vince Mendoza, arrangiamento con Michael Patterson, orchestrazione con Jack Hayes, sassofono e flauto jazz con Bill Green e Bob Sheppard; collabora inoltre con la sala d’incisione Azur di Hollywood per le sincronizzazioni audio-video e le registrazioni delle orchestre per colonne sonore da film.
Nello stesso periodo suona con Andrea Marcelli, John Beasley, Alfonso Johnson e con l’Orchestra Sinfonica American Victory Orchestra di Los Angeles.
Ha collaborato inoltre con Franco D’Andrea, Flavio Boltro, Mario Petracca, Furio Di Castri, Piero Leveratto, Antonio Farao, Marco Tamburini, Elio Rivagli, Riccardo Zegna, Karl Potter, Arthur Miles, Manu Roche, Charly Mariano, Belind Moody, Peter Guidi, John Lakey, Ray Charles, suonando in festival e jazz club a Parigi, Amsterdam, Los Angeles , New York e Bali.

Compone musiche per film come Il vento della buona fortuna, regia di Mariano Meli (1988), Gabbiani di fiume per la regia di Tony Campa (1990); negli Stati Uniti compone e realizza le musiche per Games In The Woods, film-documentario sull’arte cinematografica, diretto da Rutger Hauer (1994).

Discografia essenziale:
Come ci dovremmo sentire al mattino di M. Petracca, Alambicco Jazz AJ1004.
50 anni di jazz a Torino, Paragon PCD 84013.
Kings of Clubs di B. Crovella, SYNCD 9004.
Passio di Alessandro Giachero Ensemble, Abeat AB JZ 531
Out of the Night di Errelle & Keynote.

Secci Paola – violoncello, Archiensemble

VIOLONCELLO
ARCHIENSEMBLE – Venerdì
Per informazioni rivolgersi alla segreteria.

CURRICULUM 
Si è diplomata in violoncello a Modena sotto la guida di Marianne Chen e ha perfezionato i suoi studi con la stessa insegnante.
Si è laureata in Musicologia presso la Scuola di Filologia e Paleografia musicale di Cremona con il massimo dei voti e pubblicazione della tesi.
Collabora con numerose orchestre, tra le quali l’Orchestra Arturo Toscanini di Parma, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Filarmonica di Torino, Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino, Orchestra dell’Accademia Stefano Tempia di Torino. Svolge intensa attività concertistica nell’ambito della musica contemporanea, in particolare con l’ensemble Orchestra da tre soldi.
Svolge attività didattica presso la Scuola Europea Spinelli di Torino, il Centro per la Ricerca e la Didattica musicale di Piossasco (affiliato Orff Schulwerk Salisburgo), la Scuola di Musica Città di Rivoli. A questo proposito ha realizzato la fiaba in musica “Mastro stradivario e l’archetto magico” in collaborazione con il Teatro Regio di Torino e il Faber Teater
Dal 2006 si occupa della direzione artistica del festival “Terre di confine, Perinaldo Festival” ( Imperia).

Discografia:
“Orchestra da Tre Soldi”, edizioni Dodicilune
“Elia”, edizioni Il Manifesto
“Elia in concerto”, edizioni Felmay
“Orchestra da tre soldi, Volume II”, edizioni  Abeat Records

Segreto Marco – contrabbasso

CONTRABBASSO – giovedì dalle 15:00 alle 22:00
Per informazioni su variazioni di orario rivolgersi alla segreteria.

CURRICULUM
Marco Segreto, nato nel 1982, ha studiato contrabbasso classico presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino dove ha conseguito il diploma sotto la guida dei Maestri Emilio Benzi e Davide Botto.
Da contrabbassista ha maturato esperienze in ambito sinfonico e cameratistico  presso il Teatro Regio, l’Auditorium RAI, e il Teatro del Lingotto, oltre molteplici esibizioni presso altri teatri minori.
Parallelamente coltiva il suo interesse in ambito jazzistico, sviluppandone il linguaggio con i Maestri Saverio Miele e Mauro Battisti.
L’interesse a 360° per la musica lo porta a esplorare tutti gli ambiti dell’impiego del contrabbasso  nei vari generi. Dal blues delle radici, allo swing delle grandi big band, al gipsy jazz e al manouche, passando per il rock and roll, il country, al rhythm’ n blues, il folk, il pop.
Sviluppa la tecnica dello slap su contrabbasso.
È fondatore di band quali The Chicless (rock’n’roll), Dusty Jazz (swing, lindy hop), Sugar Nanny & the Hot Dogs (rhythm’n blues), Only Pleasure (swing’n’roll – con Alberto Comune) e del sodalizio con il cantautore Eugenio Rodondi, tutti con all’attivo registrazioni in studio e live in tutta Italia.
Collabora con Le Voci di Corridoio, band tributo allo swing di Lelio Luttazzi.
Suona al festival manouche di Pennabilli, tempio del gipsy jazz,  con Giangiacomo Rosso , Adrien Moignard e Giacomo Smith.
Numerosi anche i turni come session man sui palchi e in studio di registrazione.
Appassionato di basso elettrico, di cui coltiva lo studio con amore anche nell’ambito del rock, funk, hip hop, soul, neo-soul, indie rock.

I programmi di studio sono modulati sulle specifiche richieste dell’allievo, così come la lettura della musica, l’impiego dell’arco o del pizzicato, l’ear training,  l’eventuale preparazione per gli esami di ammissione al Conservatorio.

Stolfi Donato – batteria

BATTERIA –  Lunedì e martedì
Per informazioni rivolgersi in segreteria.

CURRICULUM

Inizia a suonare da autodidatta all’età di 14 anni, prevalentemente in ambito rock, avvicinandosi pochi anni dopo al jazz e alla musica improvvisata.
Dopo aver frequentato i seminari estivi di Siena Jazz, iniziano le prime collaborazioni in ambito jazzistico al fianco di noti jazzisti torinesi: l’esordio nei festival avviene con l’Amarilli Quartet di Marco Tardito al  «Linguaggi Jazz» di Torino, e con lo stesso quartetto si esibisce in vari festival in tutta Italia (Cremona Progetto Jazz, Montemarciano Jazz, «Le Notti di Federico» in Basilicata, Fantadia festival ad Asolo…).
Negli anni successivi frequenta seminari e masterclass con Tim Berne, Marc Ribot, Anthony Braxton, Roscoe Mitchell, Stefano Battaglia, Roberto Dani, Enzo Zirilli.
Nel 2004 vince la borsa di studio ai seminari di Sant’Anna Arresi in Sardegna, e viene invitato l’anno successivo a suonare al festival «Ai Confini tra Sardegna e Jazz» col quintetto Noizland, formato da tutti i vincitori della borsa di studio. Con lo stesso gruppo viene invitato dall’Istituto di Cultura Italiana di Colonia per quattro concerti in Germania, assieme al musicologo Stefano Zenni.
Si iscrive al Conservatorio G. Verdi di Torino, al Triennio Jazz di Furio Di Castri, col quale inizia subito a collaborare in un tributo a John Coltrane assieme ad Emanuele Cisi.
Nel novembre 2010 suona con Emanuele Cisi, Furio Di Castri e il sassofonista americano Chris Collins per la presentazione del progetto internazionale «Detroit-Torino Urban Jazz Project», un gemellaggio tra il Dipartimento Jazz della Wayne University di Detroit e il Conservatorio di Torino.
Grazie ad Emanuele Cisi, che già collabora con questo ensemble, sempre nel 2010 viene chiamato come batterista per un progetto speciale formato dal noto ensemble barocco La Venexiana affiancato da alcuni jazzisti: il sassofonista Emanuele Cisi, appunto, e il fisarmonicista Fausto Beccalossi. Con questa formazione registra un cd («Round M: Monteverdi meets jazz» per l’etichetta spagnola Glossa) e inizierà una collaborazione con festival e rassegne in tutta Europa. In occasione di questi concerti il gruppo si è avvalso della collaborazione di musicisti quali Gianluigi Trovesi e Cristina Zavalloni.
Costituisce e guida il trio AljazZeera, che con il disco omonimo del 2012 ottiene notevole attenzione, con recensioni entusiastiche sulle riviste specializzate, vari passaggi in Rai Radio Tre e varie partecipazioni a festival tra i quali il famoso Montreux Jazz Festival.
A partire dal 2018 il trio collabora col noto rapper Frankie hi-nrg mc in un progetto speciale che li vede partecipare a vari festival (Torino Jazz Festival, JAZZMI, Chamoisic, Mundus Festival, festival Oltremare Isola d’Elba…).
In ambito pop/jazz d’autore, suona con la cantautrice Lalli, con la quale ha inciso “All’improvviso nella mia stanza” e “Elia” (ed. il manifesto) che hanno raggiunto le 20mila copie vendute.
Ha collaborato dal vivo e in studio con: Paolo Fresu, Javier Girotto, Achille Succi, Francesco Bearzatti, Daniele Di Bonaventura, Roberta Mameli, Roberto Cecchetto, Luigi Bonafede, Andrea Allione, Giorgio Li Calzi, Giampaolo Casati, Giancarlo Schiaffini, Joe Rehmer, Dan Kinzelman, Karsten Lipp, Franz Hellmuller, Christoph Irniger, Lamia Bedioui.
Si è esibito in Germania, Francia, Svizzera, Belgio, Portogallo, Svezia, Ucraina, Palestina e Messico, in alcuni tra i più importanti festival jazz e in rassegne di musica classica: Montreux Jazz Festival, MiTo Settembre Musica, Villa Celimontana, Clusone Jazz, Handel Festspiele, Festival Internacional de Mùsica de Espinho, Stockholm Early Music.
Ha insegnato in varie scuole di musica, tra le quali il Centro Jazz di Torino.
Nel 2014 si è diplomato col massimo dei voti in «Batteria e Percussioni Jazz» con Enzo Zirilli presso il Conservatorio G. Verdi di Torino.
Nel 2015 si abilita come docente della Yamaha Music Foundation.
È laureato in Composizione (Biennio di specializzazione Jazz) con Furio Di Castri al Conservatorio G. Verdi di Torino (Ottobre 2016, Votazione 110 e Lode).
Nel 2017 ha ottenuto la cattedra di Batteria e Percussioni Jazz al Conservatorio GB. Martini di Bologna.

Tarallo Paolo – pianoforte

PIANOFORTE – Mercoledì

Per informazioni rivolgersi alla segreteria.

CURRICULUM

Paolo Tarallo è nato a Torino. Dopo aver conseguito la maturità classica si è diplomato in Pianoforte al Conservatorio di Torino e Laureato in Lettere con indirizzo Storico-Musicale presso l’Università di Torino con una Tesi sul “Notturno pianistico”.

Dal 1980 al 1984 si è perfezionato a Napoli con Vincenzo Vitale.

Docente di Storia della Musica al Conservatorio di Ferrara (1981), Torino (1982) e Pesaro (1989-93), dal 1993 è titolare di tale cattedra al Conservatorio di Torino, dove dal 2007 è il responsabile delle Relazioni Internazionali.

Dal 1984 al 2010 ha insegnato Pianoforte presso i Corsi di Formazione Musicale del Comune di Torino.

Dal 2002 al 2007 è stato nominato docente di Pianoforte presso il Civico Istituto Musicale Corelli di Pinerolo. Dal 2010 è docente di Pianoforte presso l’Istituto Musicale Città di Rivoli

Nel 1986 ha pubblicato per l’Editore Allemandi il volume “Organi Storici in Torino”.

Nel 1991 ha inciso per la SMC l’integrale del Lieder di Mozart (con il soprano Luisa Castellani)

Collaboratore dell’UTET ha compilato per il Dizionario Enciclopedico la voce Teoria della Musica e per il DEUMM oltre 200 voci riguardanti compositori e interpreti statunitensi.

Ha partecipato come commissario alle selezioni per la classe di pianoforte alla Scuola di Alto perfezionamento Musicale di Saluzzo ed è stato membro della giuria al Concorso Internazionale per Pianoforte e Orchestra Città di Cantù.

Dal 1994 è stato critico musicale (con particolare riguardo al settore pianistico) del CORRIERE DELLA SERA per il quale ha scritto oltre 300 articoli.

Nel 2002 è stato collaboratore e autore per le voci musicali dell’Enciclopedia pubblicata dal quotidiano LA REPUBBLICA.

Nel 2003 Paolo Tarallo è stato incluso nella “Grande Enciclopedia di Torino” (p.640) realizzata da Massimo Centini per Newton & Compton Editori.

Dal 2008 collabora con il Ministero degli Esteri Italiano in qualità di membro della commissione di studio Italia-Cina quale esperto musicale per quanto riguarda il settore Universitario e Accademico Cinese.

È responsabile dal 2010 per il Conservatorio di Torino della preselezione in territorio cinese degli studenti iscritti al progetto Turandot.

Nel 2013 è stato nominato Visiting Professor per la classe di Pianoforte alla School of Arts della Chengdu University e nel 2017 Guest Professor alla Vanke Liangzhu International Arts Academy di Hangzhou sempre per la classe di Pianoforte. Sempre nel 2017 è stato nominato “Distinguished Professor” di Pianoforte alla Hongyu School di Pechino e nel 2018 “Visiting Professor” alla NTU (Nantong University). Ha all’attivo numerosi concerti sia in Italia che all’estero.

Zaccaria Silvia – Dondolando

Silvia ZaccariaDONDOLANDO – sabato mattina.

Per informazioni rivolgersi in segreteria.

CURRICULUM

Ha iniziato a studiare pianoforte all’età di 11 anni e nel 2000 si è iscritta all’Istituto Musicale “Città di Rivoli”.
Nell’ottobre 2010 sotto la guida del M° Andrea Maggiora, ha conseguito a pieni voti il diploma in pianoforte presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria, in qualità di privatista.
Nel 2008 e nel 2009 ha partecipato ai seminari di formazione musicale con il M° Antonio Ballista “Pianisti e Compositori a confronto” e con il M° Emanuele Arciuli “Il pianoforte e la musica da camera”, organizzati dall’Istituto Musicale di Rivoli.
Nel 2010, insieme alla violinista Elena Pettigiani, ha fondato il duo “Antares” che spazia da Bach, Schumann, Prokofiev, alla musica contemporanea di Peyman Yazdanian.
Presso l’Istituto Musicale di Rivoli, dal 2013 al 2015 è stata tutor di pianoforte nei corsi di musica da camera.
Si è avvicinata alla musica 0-3 anni durante il tirocinio del corso di Musicoterapia frequentato presso il centro per la didattica e la ricerca musicale “Musicanto” di Piossasco nel 2012.
Ha partecipato successivamente a numerosi corsi di formazione di musica in culla organizzati presso “Musicanto” e l’associazione “Agamus” di Grugliasco.
Nel 2016 ha frequentato il corso di Musicoterapia Post Parto presso l’associazione “Mamme in Sol” di Torino e nel 2017 ha preso parte al corso di formazione in “Tecnica Dalcroze per la prima infanzia” guidato da Sabine Oetterli e promosso dal Conservatorio di Brescia “L. Merenzio”.
Dal 2015 è docente del corso “Dondolando, 0-3 anni” presso l’Istituto musicale di Rivoli e svolge laboratori musicali presso nidi e scuole dell’infanzia.
Laureata in Logopedia, svolge la professione di logopedista presso lo “Studio Caleido” di Rivoli ed è diplomanda al corso di formazione in Musicoterapia presso la scuola di Torino diretta dal Dott. Manarolo.