Calisi Mario – pianoforte, armonia complementare

PIANOFORTE
ARMONIA COMPLEMENTARE
Per informazioni rivolgersi in segreteria.

CURRICULUM

Mario Giovanni Valter Calisi, nato ad Aosta nel 1959, è pianista, compositore, direttore d’orchestra, ricercatore scientifico (fondatore della Biosonologia Sistemica
Computazionale®) nonché didatta.
Allievo amatissimo di Carlo Vidusso e di Aldo Ciccolini, dai quali ha appreso l’arte d’infondere sicurezza e musicalità agli alunni, altresì stimato dal celebre Arturo Benedetti Michelangeli del quale è detentore di un “gran coda” che gli venne appositamente costruito, Calisi si prodiga da sempre nel tendere una mano amica a tutti i giovani musicisti di talento aiutandoli con autorevolezza a inserirsi in un circuito concertistico mondiale, in ossequio a quegli ideali d’Arte che il M° Ciccolini stesso gli affidò quale unico custode della propria eredità artistica ed etica.
Colpito alla fine degli anni ’90 da una particolarissima forma di neuromiotonia altamente  invalidante, ha rifiutato da subito l’uso di tutori e artifici meccanici per non volersi tramutare in un “caso”, ovvero in oggetto di pietismo e sfruttamento da parte dei media. Donata la sedia a rotelle a un convalescenziario, lottando con le unghie e coi denti s’è imposto una rigorosissima disciplina che, nonostante l’estenuante dolore fisico e le tante privazioni con le quali ancor oggi deve convivere, gli ha permesso di riprendere appieno tutte le sue attività musicali e scientifiche. “Solo l’arte ci può ripagare d’ogni sofferenza” ama ripetersi il Maestro!
Vincitore assoluto del concorso nazionale per il ruolo di Direttore Artistico e Didattico della storica “ISTITUZIONE MUSICATEATRO” di Moncalieri (TO), in brevissimo tempo le ha saputo infondere nuova forza e vigore tali da renderla una svettante realtà sulla sommità dell’istruzione musicale in Europa. Titolare di cattedra al Conservatorio Statale di Musica I.S.S.M. “G. VERDI” di Milano, nonostante l’oneroso impegno dedicato alla formazione continua instancabilmente ad occuparsi di molteplici attività a latere che possano donare un futuro meno ordinario alle giovani promesse, e quindi: è ideatore e promotore di importanti rassegne musicali e culturali tra le quali “AOSTA CLASSICA VIVA” e la Stagione Concertistica “ENVIE DE MUSIQUE” di Friburgo (CH); docente preparatore e direttore della “Verdi World Music Pop Symphony Orchestra” del Conservatorio di Milano; fondatore dell’Orchestra Sinfonica “I SOLISTI EUROPEI” dove tuttora mantiene una collaborazione costante.
Impegnato attivamente nella promozione culturale e nella analisi e compilazione dei programmi del Fondo Sociale Europeo, è altresì Direttore del Laboratorio di ricerca e composizione musicale psicosensoriale dell’Istituto IRP-AIAC di Ginevra (CH).
(c.v. redatto da Pierre Gosset)

Cima Giovanni – pianoforte, tastiere

PIANOFORTE –  Lunedì, Mercoledì e Giovedì
Per informazioni rivolgersi alla segreteria

CURRICULUM

Giovanni Cima ha studiato Pianoforte sotto la guida di Gabriella Barbero, perfezionandosi con Maria Golia, e Composizione con Riccardo Piacentini, diplomandosi brillantemente al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino (Premio “Franco Alfano” ‘96 quale miglior diplomato di Composizione nell’anno accademico 1994/95).
Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento, stages, seminari e ateliers pianistici e di composizione con la partecipazione, tra gli altri, di M. Abbado, S. Aronovskj, V. Balzani, J. Micault, A. Wibrowski (Pf.); G. Benjamin, G. Ligeti, E. Morricone (Comp.).
Si è diplomato inoltre all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, ultimando il corso di perfezionamento di Composizione tenuto da Franco Donatoni.
Ha partecipato e vinto diversi concorsi pianistici nazionali ed internazionali (Bardolino, Stresa, Albenga, Genova, Casale M.to, Tollo, Asti, Cagliari, Terzo, Sannicandro G.co, Ostuni, Roma).
Nel 1993 ha vinto il Concorso Internazionale “Premio Valentino Bucchi” di Roma con la composizione Ehkhàh per Contrabbasso e 10 archi.
Da allora diversi suoi lavori concepiti per strumento solista, per ensemble di gruppo da camera e orchestra sono stati segnalati o premiati in importanti concorsi internazionali (1995 “Traiettorie Sonore” di Como, 1996 Winterthur (CH) e Belveglio, 1997 Klagenfurt (A), “Dimitris Mitropoulos” di Atene (GR) ( Presidente della Giuria: Luciano Berio ) e “Chœurs & Maîtres de Cathédrales” di Amiens (F), 1998 Torneo Internazionale di Musica di Roma, 1999 “Repubblica di San Marino”).
Svolge intensa attività nel campo musicale collaborando con importanti associazioni ed enti musicali, su commissione delle quali sono stati eseguiti brani cameristici in prestigiose rassegne italiane ed estere (Rive-Gauche Concerti, Unione Culturale, Compositori Associati, Settembre Musica, La Nuova Arca, Antidogma Musica a Torino, Nuove Sincronie a Milano, Accademia Filarmonica a Bologna, B.Barattelli a L’Aquila, Festival Pontino a Latina, Centro Nacional de las Artes a Mexico City [Messico], ecc.).
Ha partecipato quale relatore a due convegni internazionali a Roma: Il canto nella storia e nell’attualitàGioco e Fiaba alle soglie del Duemila ed è stato membro di giuria al Concorso Internazionale di Composizione “Premio Valentino Bucchi” di Roma (edizione 1996).
Ha collaborato alla realizzazione di un CD per la regione Piemonte, (La crava mangia ‘l muri, ed. Datum [Stradivarius] ) con il brano E la lun-a ‘d Moncalè per clarinetto basso, arpa e percussioni. Inoltre ha partecipato al progetto “Il Suono dei Parchi” con il brano Verdi riflessi sui sentieri di foglie, commissionato da un comitato artistico composto da R. Vlad, E. Restagno, G. Benjamin, L. Andriessen, G. Grisey, in collaborazione con  “La Nuova Arca”, la Regione Piemonte e altre importanti associazioni italiane ed estere.
I suoi brani sono editi da Agenda, Rugginenti e altri.  È autore di alcuni libri di Educazione Musicale per la Scuola Secondaria di Primo Grado (Musical e Con Brio!) editi da Pearson – Paravia.
Presta la propria collaborazione presso gli Istituti Musicali Comunali di Chivasso e di Rivoli. Inoltre è stato per diversi anni collaboratore dei Laboratori di Musica  Pomeridiani della Scuola Media Bertero di Moncalieri.

Cucchi Silvia – pianoforte

PIANOFORTE
Per informazioni rivolgersi in segreteria.

CURRICULUM
Pianista classica e jazz e ricercatrice e didatta in pedagogia, psicologia cognitiva e neuroscienze della musica.
Silvia Cucchi è diplomata con lode in pianoforte classico, jazz, composizione jazz presso il Conservatorio di Torino e si è laureata in pedagogia della musica in Germania.
Si è specializzata presso l’Accademia Pianistica Internazionale Incontri col Maestro di Imola seguita dal M°Franco Scala e presso Hochschule für Musik a Köln e in pianoforte Jazz ad Indirizzo Artistico sotto la guida del M° John Taylor.
Ha inoltre conseguito un dottorato di ricerca in neuroscienze presso il Dipartimento di Scienze del Sistema Nervoso e del Comportamento dell’Università di Pavia. La sua tesi di dottorato, sul cervello musicale, è stata poi presentata al International Conference of Music Perception and Cognition ad Edimburgo, per poi essere discusso anche a New York e in Grecia, in occasione di convegni sulle neuroscienze della musica.
Si è poi ancora specializzata a Roma, tramite master universitari, in statistica medica e in nutrizione umana e dietologia e, attualmente sta conseguendo una specializzazione in neurobiologia, presso il Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell’Università di Torino frequentando corsi del CdL Magistrale in Cellular and Molecular Biology.
Come docente di pianoforte sia classico che jazz e di teoria e armonia jazz collabora da 20 anni con il Centro di Formazione Musicale del Comune di Torino. Come esperta in psico-pedagogia musicale, è docente online presso il Master I° Livello in Educatore Musicale Professionale: Esperto in didattica musicale per la scuola primaria e secondaria di primo grado per l’Università Telematica “Giustino Fortunato”, insegna presso il corso di formazione nazionale “Lo Sviluppo del Bambino e l’Educazione alla Musica dalla Primissima Infanzia” presso la Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia, e, presso Il Centro Goitre accreditato MIUR, per i corsi di formazione triennali “Insegnare musica ai bambini”. Ha insegnato neuroscienze della musica presso la Scuola Lombarda di Psicoterapia, Istituto di Specializzazione in Psicoterapia a indirizzo Cognitivo Neuropsicologico. Ha collaborato con l’Istituto di Studi Superiori per la Formazione Musicale della Valle d’Aosta come docente di corsi di aggiornamento per i docenti di strumento, in particolare sulla didattica strumentale nel caso di Disturbi Specifici dell’apprendimento e sulle Neuroscienze della Lettura Musicale. Ha collaborato in diverse occasioni con il Ministero dell’Istruzione come docente di psicopedagogia musicale per corsi di aggiornamento nazionale rivolti a tutti gli insegnanti di musica delle scuole primarie e secondarie, promossi del nucleo tecnico operativo del MIUR-Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti, presieduto dal prof. Luigi Berlinguer. Viene regolarmente invitata in convegni nazionali e internazionali come relatrice sulle relazioni tra pedagogia, neuroscienze e apprendimento musicale. È docente supplente per i corsi del il settore CODD-04 Pedagogia della Musica per Didattica della Musica presso il Conservatorio Ghedini di Cuneo.
Silvia Cucchi ha ventennale esperienza nell’accompagnamento sia nel repertorio classico che jazzistico ed è pianista accompagnatrice per i Corsi di Formazione Musicale del Comune di Torino dal 1999 per i corsi di canto jazz e classico. Ha lavorato come pianista accompagnatrice per la stagione operettistica del Teatro Alfa Torino nel 2006, nel 2007 e nel 2008 è stata pianista assistente dei seminari estivi di Tecnica e Interpretazione Musicale per Violino e Musica da Camera del M° Daniele Gay. Dal 2009 al 2011 è stata pianista accompagnatrice, sul palco con Neri Marcorè e Vicky Shaetzinger per lo spettacolo “Un certo Sig.G” con la regia di Giorgio Gallione e gli arrangiamenti di Paolo Silvestri. Lo spettacolo ha vinto il biglietto d’oro ed è stato ospitato in tutti i più importanti teatri d’ Italia superando le cento repliche.
Tra le pubblicazioni di cui è autrice, ci sono otto CD come collaboratrice e come solista, due colonne sonore di cui una commissionata dalla regione Piemonte per il promo Dirti Natura, un libro sul cervello musicale edito da Lilium Edition per l’Orff Schulwerk Italiano e numerosi articoli su riviste internazionali, tra cui la prestigiosa rivista Frontiers in Human Neuroscience, e nazionali, quali per esempio il semestrale di cultura e pedagogia musicale “Musica Domani”.
Come pianista classica e jazz, ha ottenuto diversi riconoscimenti e premi speciali sia come pianista classica, risultando vincitrice assoluta di oltre 30 concorsi pianistici nazionali e internazionali, che come jazzista e viene nominata nel 2005 “Donna del Jazz” con un premio storico istituito dalla Città di Savona e si è esibita come solista rinomate orchestre italiane quali l ́Orchestra del Festival Da Bach A Bartok, l ́Orchestra Sinfonica dell ́Emilia Romagna Arturo Toscanini, l ́Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, l ́Istituzione Sinfonica Abruzzese, l ́Orchestra da Camera Franz Schubert di Alessandria, i Filarmonici del Comunale di Bologna la piccola orchestra “Under Construction”, l ́orchestra jazz della Hochschule fuer Musik di Koeln, diretta da R. Bonucci, N. Conti, F. Fantuzzi, G. Gyorivani-Rath, G. Leardini, E. Maschio, F. Pedretti, A. Vlad e ha accompagnato sul palco artisti di fama mondiale come Furio di Castri, Roberto Gatto, Maria Pia De Vito, Emanuele Cisi, Nuen Lee, Antonello Salis, Eric Freumann, Gianluca Petrella, Bill Dobbins, Gianluigi Trovesi, Kenny Wheeler, Antonello Salis, Eric Freumann, Neri Marcorè ecc… Si é esibita in diverse rassegne concertistiche ed ha collaborato con varie associazioni musicali, tra cui Settembre Musica di Torino, Coro Franco Maria Saraceni degli universitari di Roma, Omaggio a Venezia a cura di Uto Ughi, Mozart Italia ( esibendosi nella casa di Mozart nel Palazzo Todeschi di Rovereto), l ́associazione Bela Bartok presso l ́accademia d ́Ungheria di Roma, l ́Organismo Permanente per la Diffusione della Musica di Sassari, la Societá del Quartetto di Vercelli in occasione del premio Orpheus d ́Oro, Il consolato portoghese a Roma, L’ istituto italiano di cultura a Koeln,e jazz festival come l ́”Eurojazz festival di Ivrea”, il “Piacenza jazz festival” e l ́”Enghien jazz festival” in Francia, oltre che il Torino Jazz festival, il Jazz Festival di Savona, Nuoro, Chiasso, Pescia (aprendo il concerto del trio di Steve Khun e Eddie Gomez) tra i più significativi.

Luders Philipp – pianoforte

Luders PhilippPIANOFORTE – Venerdì
Per informazioni rivolgersi alla segreteria

CURRICULUM

Le idee che animano la proposta didattica del prof. Luders si focalizzano su molteplici aspetti: oltre a una solida padronanza tecnica nell’approccio alla tastiera, si cercherà di fornire all’allievo una profonda consapevolezza musicale, alimentata dalla capacità di ascoltare la musica con curiosità, cultura e passione. Lo si aiuterà inoltre a possedere un buon equilibrio psicologico in modo da permettergli di superare le eventuali insicurezze che lo studio del pianoforte può suscitare.
Il percorso di apprendimento con il docente sarà estremamente personalizzato, volto a evidenziare le peculiari attitudini e potenzialità insite in ciascun individuo, correlandole alle rispettive aspirazioni e desideri, inquadrando il tutto in una crescita non solo tecnica ma a 360 gradi, consapevole, solida e appagante.

Nato in Germania, Philipp Luders ha compiuto gli studi musicali in Italia diplomandosi brillantemente, presso il Conservatorio “G.Verdi” di Torino, in pianoforte sotto la guida del M° Oscar Alessi e in composizione con Bruno Cerchio e Gilberto Bosco, conseguendo successivamente il diploma accademico di II livello con il massimo dei voti.
Ha studiato con numerosi docenti di fama internazionale tra i quali Leslie Howard e Remo Remoli, perfezionandosi stabilmente con il M° Bruno Mezzena con il quale ha conseguito con il massimo dei voti sia il diploma triennale internazionale di alto perfezionamento pianistico sia il diploma triennale di alto perfezionamento pianistico sulla musica del XX secolo, presso l’Accademia Musicale Pescarese, vincendo anche numerose borse di studio come migliore allievo.

Ha tenuto concerti in molte città italiane e paesi europei come solista, solista con l’orchestra e in formazioni cameristiche, esibendosi in prestigiose sale come la Holywell Music Room di Oxford (Regno Unito), considerata la più antica sala da concerti d’Europa. Ha effettuato diverse incisioni discografiche con svariate etichette in qualità di interprete e di compositore, realizzando importanti progetti quali ad esempio le musiche per la mostra Monet e i Luoghi della Pittura, tenutasi a Treviso nel 2001. Sue opere sono state eseguite e premiate in numerosi festival, rassegne e concorsi internazionali; ha collaborato anche in ambito cinematografico partecipando alla realizzazione di cortometraggi con musiche da lui composte che sono stati proiettati in rassegne internazionali.

Masoero Cristina – pianoforte

PIANOFORTE – Mercoledì

Per informazioni rivolgersi alla segreteria

CURRICULUM

Cristina Masoero si diploma in pianoforte presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida della Professoressa Maria Gachet e consegue la laurea in lettere moderne ad indirizzo musicale presso l’Università Statale di Torino.
Si perfeziona in musica da camera all’Accademia di Musica di Pinerolo sotto la guida del Trio Altemberg e successivamente approfondisce gli studi sulla didattica pianistica. Si specializza inoltre sulla metodologia Orff presso la Orff-Schulwerk di Roma.
Vincitrice di concorsi pianistici nazionali ed internazionali fra cui “Città di Alassio”, “Premio Recanati”, “Città di Stresa” ha al suo attivo un’ampia attività concertistica svolta in diverse formazioni cameristiche. Si dedica all’attività didattica in qualità di insegnante di pianoforte da oltre vent’anni. Dal 2006 è docente di pianoforte principale presso l’Istituto Musicale/ Scuola di Musica Città di Rivoli.
Promotrice del progetto “Incontri con l’autore”, organizza presso la Fondazione Cruto di Piossasco una serie di appuntamenti fra musica e lettura, idea che successivamente riprenderà all’interno del mondo scolastico coinvolgendo circoli di scuola secondaria del pinerolese. Responsabile del Progetto Scuola presso la Fondazione del Teatro Regio di Torino, sviluppa all’interno della scuola primaria una serie di laboratori che permettono a studenti e insegnanti di entrare come parte attiva nel mondo dell’opera lirica.
Nel 2017 fonda l’Associazione musicale “MusicaGaia” di Cantalupa, attraverso la quale, in veste di Presidente, promuove progetti di formazione musicale e di divulgazione della musica anche in relazione ai linguaggi espressivi della parola e dell’immagine. Dal 2019 è Direttore artistico delle Schubertiadi di Via San Martino a Cantalupa.

Poncina Elena – pianoforte

Poncina ElenaPIANOFORTE
PROPEDEUTICA ALLA TEORIA MUSICALE

Per informazioni rivolgersi alla segreteria.

CURRICULUM

Nata a Torino, mi diplomo in pianoforte presso il Conservatorio G. Verdi della mia città sotto la guida della Prof.ssa M.C. Quaglino. Nello stesso istituto ho frequentato per cinque anni, sino al diploma, il corso di musica da camera tenuto dal Prof. Franco Ruffa partecipando a numerosi concerti e concorsi in diverse formazioni, affrontando un vasto repertorio che abbraccia stili musicali che vanno dal barocco al novecento. Da questa esperienza nasce il trio Aram (pianoforte, violino e clarinetto) con il quale ho vinto concorsi nazionali e partecipato a numerosi concerti affrontando un impegnativo e coinvolgente repertorio del ‘900.

Dopo il diploma ho frequentato, con successo, il corso triennale di Pedagogia Musicale Alain Carrè e in seguito ho partecipato attivamente alle “Giornate Musica e Handicap” tenutesi a Rennes (Francia).

Contemporaneamente ho frequentato per due anni all’Accademia Musicale di Novara perfezionando il duo violino e pianoforte. Con questa formazione ho tenuto, in quel periodo, numerosi concerti con un repertorio che comprendeva le più famose sonate di Mozart e Grieg.
Nascono da questa esperienza anche altre collaborazioni che daranno vita a varie formazioni musicali che si esprimeranno in 10 anni di concerti per più associazioni culturali ed enti.

Dopo una sosta dai concerti di circa tre anni per dedicarmi ai miei due bambini, nel 2000 inizia la mia collaborazione decennale come pianista solista nell’orchestra ritmo sinfonica AGIMUS di Moncalieri specializzata in colonne sonore cinematografiche ed eventi di comunicazione con la quale ho realizzato 3 Cd live e concerti al Castello di Moncalieri e presso gli studi televisivi di San Giorgio Canavese.

In contemporanea, la mia passione per il teatro, mi ha fatto incontrare il teatro canzone realizzando lo spettacolo “Sul ciglio di un applauso” con Alessandro Cora alla voce, Tiziana Venuti alle percussioni, e Girolamo Lucania alla regia andato in scena nel 2005 all’interno del programma di cartellone del Teatro della Caduta di Torino e, nello stesso anno, presso la Maison Musique di Rivoli.
Nasce così la “Compagnia del Ciglio” con la quale ho realizzato spettacoli, tutt’ora in scena, in Italia e all’estero di teatro canzone. La Compagnia del Ciglio si propone di diffondere il piacere della riscoperta di vecchie canzoni, nonché di brani classici usando una formula di concerto coinvolgente fatta dai suoni, parole ed immagini ( www.sulcigliodiunapplauso.com ).

Contemporaneamente ai concerti inizia il mio percorso nell’insegnamento di pianoforte e animazione musicale in diversi istituti musicali: otto anni presso la Scuola di musica del comune di Mondovì, tre anni al CIRMAC di Moncalieri, ventun anni al CDMI Moncalieri, dal 2008 docente presso la Scuola di Musica del Comune di Rivoli e diverse collaborazioni con istituti civici e scuole di musica del territorio.
Dal 2014 al 2016 sono stata coordinatrice del progetto Mi Fa Suonare, promosso dalla Direzione didattica del Primo Circolo di Rivoli e dall’Istituto G. Balmas che aveva lo scopo di promuovere la musica e lo studio dello strumento nelle scuole materne ed elementari. Il progetto ha coinvolto una decina di insegnanti e circa 1400 bambini nelle diverse attività proposte.
Dal 2014 sono docente presso la scuola secondaria di primo grado.

Dalle mie esperienze e specializzazioni nasce la mia didattica, che scardina la convinzione dove è l’alunno a doversi adeguare al programma, mettendolo invece al centro del percorso e valutandolo come risorsa. Il programma didattico si configura quindi su di lui, affinché possa raggiungere i suoi obbiettivi e ne vengano valorizzate le potenzialità. Questo ha permesso a numerosi miei allievi, durante gli anni, di superare esami di Conservatorio, vincere concorsi nazionali e soprattutto continuare ad amare e suonare il pianoforte anche dopo essere… cresciuti.

Tarallo Paolo – pianoforte

PIANOFORTE – Mercoledì

Per informazioni rivolgersi alla segreteria.

CURRICULUM

Paolo Tarallo è nato a Torino. Dopo aver conseguito la maturità classica si è diplomato in Pianoforte al Conservatorio di Torino e Laureato in Lettere con indirizzo Storico-Musicale presso l’Università di Torino con una Tesi sul “Notturno pianistico”.

Dal 1980 al 1984 si è perfezionato a Napoli con Vincenzo Vitale.

Docente di Storia della Musica al Conservatorio di Ferrara (1981), Torino (1982) e Pesaro (1989-93), dal 1993 è titolare di tale cattedra al Conservatorio di Torino, dove dal 2007 è il responsabile delle Relazioni Internazionali.

Dal 1984 al 2010 ha insegnato Pianoforte presso i Corsi di Formazione Musicale del Comune di Torino.

Dal 2002 al 2007 è stato nominato docente di Pianoforte presso il Civico Istituto Musicale Corelli di Pinerolo. Dal 2010 è docente di Pianoforte presso l’Istituto Musicale Città di Rivoli

Nel 1986 ha pubblicato per l’Editore Allemandi il volume “Organi Storici in Torino”.

Nel 1991 ha inciso per la SMC l’integrale del Lieder di Mozart (con il soprano Luisa Castellani)

Collaboratore dell’UTET ha compilato per il Dizionario Enciclopedico la voce Teoria della Musica e per il DEUMM oltre 200 voci riguardanti compositori e interpreti statunitensi.

Ha partecipato come commissario alle selezioni per la classe di pianoforte alla Scuola di Alto perfezionamento Musicale di Saluzzo ed è stato membro della giuria al Concorso Internazionale per Pianoforte e Orchestra Città di Cantù.

Dal 1994 è stato critico musicale (con particolare riguardo al settore pianistico) del CORRIERE DELLA SERA per il quale ha scritto oltre 300 articoli.

Nel 2002 è stato collaboratore e autore per le voci musicali dell’Enciclopedia pubblicata dal quotidiano LA REPUBBLICA.

Nel 2003 Paolo Tarallo è stato incluso nella “Grande Enciclopedia di Torino” (p.640) realizzata da Massimo Centini per Newton & Compton Editori.

Dal 2008 collabora con il Ministero degli Esteri Italiano in qualità di membro della commissione di studio Italia-Cina quale esperto musicale per quanto riguarda il settore Universitario e Accademico Cinese.

È responsabile dal 2010 per il Conservatorio di Torino della preselezione in territorio cinese degli studenti iscritti al progetto Turandot.

Nel 2013 è stato nominato Visiting Professor per la classe di Pianoforte alla School of Arts della Chengdu University e nel 2017 Guest Professor alla Vanke Liangzhu International Arts Academy di Hangzhou sempre per la classe di Pianoforte. Sempre nel 2017 è stato nominato “Distinguished Professor” di Pianoforte alla Hongyu School di Pechino e nel 2018 “Visiting Professor” alla NTU (Nantong University). Ha all’attivo numerosi concerti sia in Italia che all’estero.